Battlefield 3

Sparatutto Xbox 360 (10 recensioni)
-.-- Prodotto Scontato
Invece di Risparmi (-%)

Riceverai GRATIS insieme a questo gioco Maggiori informazioni sui Bonus
Spedizione Gratuita
Prodotto senza spese di spedizione

Bundle: Acquistali insieme e Risparmi!


  • Prezzo Bundle:
    Invece di:


Bonus


Puoi Scegliere tra i seguenti BONUS:
    Bonus digitali

      Informazioni sul prodotto


      Battlefield 3 rappresenta la nuova generazione degli sparatutto grazie alla potenza del Frostbite™ 2, il nuovo motore creato da DICE. Questa tecnologia straordinaria permette a Battlefield 3 di offrire una grafica incredibile, un grande senso di scala e di distruzione, audio dinamico e fantastiche animazioni dei personaggi. Mentre i proiettili sibilano, i muri crollano e le esplosioni vi scagliano a terra, il campo di battaglia sembra più vivo ed interattivo che mai. In Battlefield 3 i giocatori vestono i panni dei Marine d’elite degli Stati Uniti, combattendo in esplosive missioni single player e multiplayer ambientate in diverse location del mondo fra le quali Parigi, Tehran e New York..
       
      PUNTI DI FORZA
      Frostbite 2 – Battlefield 3 introduce il Frostbite 2, l’incredibile tecnologia che porta le animazioni, la distruzione, l’illuminazione, il senso di scala e l’audio a livelli totalmente nuovi. Battlefield 3 immerge I giocatori a livello fisico ed emotive nel mondo attorno a loro come mai prima d’ora.Senti la battaglia — senti l’impatto dei proiettili e delle esplosioni, trascina i tuoi compagni feriti al riparo e piazza le tue armi in qualunque punto del terreno. Le incredibili animazioni di Battlefield 3, la grafica spettacolare e realistica ed il gameplay esplosivo travolgeranno I tuoi sensi come nessuno sparatutto ha mai fatto prima.
      Veicoli spettacolari — I mezzi da battaglia di Battlefield diventano ancora più esaltanti. Rompi il muro del suono a bordo di jet a reazione e divertiti con un’impressionante schieramento di mezzi su terra, mare ed aria!
      Combattimento urbano — Porta la battaglia nelle location più significative degli USA, Medio Oriente ed Europa, con stradine claustrofobiche, centri metropolitani e spazi aperti dove poter impiegare i veicoli mentre combatti la guerra del domani..

      Disponibile per l'acquisto anche la Guida Strategica Ufficiale di Battlefield 3! Clicca QUI!
      Leggi maggiori informazioni
      Informazioni Extra

      Versioni disponibili
      PC Windows PlayStation 3
      Pegi
      Pegi 18 (18+)
      Anno
      2011
      Produttore
      Electronic Arts
      Sviluppatore
      Digital Illusions CE (DICE)
      Lingua Manuale
      italiano
      Lingua Software
      italiano
      Video

      Recensioni


      Bellissimo :) 22/05/2012 di Marco Giovagnoli

      E' un fps molto,molto realistico. Il multiplayer a parer mio è dei migliori a cui abbia mai giocato (sempre parlando tra gli fps) grazie al realismo e alla quantità di mezzi. Secondo me il multy è molto condizionato dal gioco di squadra,quindi se avete degli amici che ci giocano e un paio di cuffie,be,forse è l'FPS per eccellenza da giocare con gli amici. Putroppo però carente di una modalita con 2 joystick (cosa che non gli ha fatto avere la 5° stella) ma forse in una schermata a 2,con il casino di battlefield,ci sarebbe stata moltissima confusione. Ammetto che il singleplayer non mi è piaciuto moltissimo,forse avrei messo prima un tutorial tipo campo d'addestramento o cose simili e poi sarei passato all'azione. Comunque vi consiglio di farmi anche l'xbox live gold,senno non vi gusterete il gioco come si deve,secondo me. Ultima cosa,premetto che non a tutti può piacere. I miei amici spesso si lamentano che ci sono pochi contatti a fuoco (cosa abbastanza strana,gli farei vedere cosa succede a Operation Metrò!). E' anche vero che,essendo le mappe molto vaste,ci possono essere alcuni momenti morti per poi magari finire uccisi e dover rifare la strada (io consiglierei di prendere un mezzo per fare tragitti da punto a punto). Qualcuno dice che i caccia sono ingovernabili ma penso chiunque ci abbia fatto un pò di pratica può rispondere il contrario... Le modalità online forse non sono molte,ma l'azione è spesso intensa,anche se si può cadere in zone in cui l'azione si limita a due o tre spari,oppure a momenti in cui vi ritroverete a correre per arrivare a un punto. Trovo agli inizi abbastanza difficoltoso mirare,un pò di pratica e si risolverà. Spero di esservi stato utile :)


      Lo Sparatutto per eccellenza! 20/03/2012 di Noble reach15

      Battlefield 3 è stato accompagnato nei mesi prima dell'uscita da un Hype incredibile,tanti trailer,notozie che ci facevano capire che il titolo sarebbe stato un must,e anche la Beta è stata ottima(anche se piena di bug). Oggi ci ritroviamo un prodotto di primo livello per innumerevoli motivi: -In primis il comparto tecnico,grafica,effetti sonori e doppiaggio sono sublimi e anche la colonna sonora fa la sua sporca figura,ma questo settore serve solo da "abbellimento" e rende più coinvolgente e profonda l'azione di gioco e tutto il resto. -e l'online,FANTASTICO tra i migliori di tutti i tempi,dove la cooperazione è il fulcro di ogni modalità,lanciare kit medici,casse di munizioni, o anche solo fare fuoco di soppressione da molta gratificazione personale. -Anche la campagna è di ottimo livello se non per la narrazione un po confusionaria tra flash back e presente,oltre ad una durata di circa 6 ore non conferisce a questa campagna un andamento da action movie,ma resta comunque godibile. -ma tra campagna e online c'è un riempitivo non indifferente le missioni co-op,un ottimo allenamento per il multiplayer incentivato dalla cooperazione con un amico e dal conseguimento di alcune armi esclusive,la longevità è buona e sono comunque missioni estremamente varie e coinvolgenti,da provare assolutamente. In conclusione Battlefield 3 è per chi ama la cooperazione un must,soprattutto ora visto il calo di prezzo,mentre se siete delle fighette di 5 anni che giocano solo a cod e lo amano è ovvio che non apprezzerete un capolavoro del genere


      Davvero molto bello.. 15/03/2012 di Davide Chianese

      Come abbiamo detto più volte nel corso di questi mesi il gameplay di Battlefield 3 non esula dai canoni classici dell'FPS, denigrando persino la possibilità offerta da alcuni congeneri di posizionarsi -con la semplice pressione di un tasto- in copertura. Niente di nuovo da questo punto di vista ma un ammodernamento generale della struttura di gioco (resa molto più varia) che si basa soprattutto sulle tendenze della concezione moderna di First Person Shooter (soprattutto su console), indissolubilmente legata alla spettacolarizzazione introdotta anni fa da quel capolavoro di Modern Warfare (il primo, s'intende). Ecco dunque che Battlefield 3 prende ancor più le distanze da quella struttura simil-free roaming che aveva caratterizzato il primo capitolo, incanalando l'azione nei binari di una regia che guida il giocatore attraverso una sequela di eventi decisamente emozionanti. Al rocambolesco assalto al treno di cui sopra affianchiamo tranquillamente la scena d'abbattimeno (letterale) del cecchino nemico -e della facciata dell'hotel che lo ospita- del famoso video gameplay Fault Line; le esplosioni che caratterizzano un affannoso inseguimento tra le vie di Parigi e, ultimo ma non meno importante, il volo di ricognizione a bordo di un F-18. Scatta su quest'ultima sessione in particolare una riflessione, che ci porta a storcere leggermente il naso a fronte dell'induzione in binari forse troppo elevata in alcuni frangenti. La missione a bordo del caccia da combattimento è tra le più belle (scenograficamente) mai viste in uno sparatutto in prima persona ma, aldilà dell'impatto scenico, non coinvolge. Il videogiocatore non riesce ad immedesimarsi in un secondo pilota le cui uniche azioni all'interno dei primi dieci minuti sono l'osservazione del panorama e il lancio dei flare come contromisura ai missili scagliati dal nemico; con la necessità di abbattere altri aerei (solo quattro) ed il viraggio verso il raid a terra le cose cambiano, ma solo leggermente. Per fortuna la campagna di Battlefield 3 è anche piena di momenti in cui saremo davvero protagonisti: un esempio su tutti è la mitica missione Thunder Run, durante la quale, a bordo di un carro armato, saremo noi a decidere come posizionarci, dove andare, quando e come sparare. E' tuttavia chiaro come l'eccessiva voglia di spettacolarizzare ogni istante (riuscita, sia chiaro, a meraviglia) sia stata foriera di qualche limitazione di troppo per quel che concerne il gameplay, studiato quasi esclusivamente in funzione della teatralità, ed in maniera spesso anche più marcata rispetto al Call of Duty, oramai metro di paragone per tutte le produzioni sui generis. Chiaro esempio di quanto intendiamo è la mediocrità diffusa nelle routine comportamentali della CPU che, nel pieno rispetto dei "canoni moderni", si comporteranno come perfetta carne da macello, funzionale alla progressione scriptata e lineare che DICE ha previsto per tutti i suoi acquirenti. Le cose non cambiano più di tanto nemmeno a livello "Normale" o "Difficile", selezionando i quali osserveremo un semplice aumento del moltiplicatore per il danno. A dover tirare le somme, consci che la maggior parte dei difetti descritti faranno storcere il naso ai soli puristi dell'FPS "duro e puro", le sei/sette ore necessarie al completamento della campagna scorrono comunque in maniera piacevole, grazie ad un'ottima varietà di situazioni (indotta anche dai numerosi eventi QTE) e dal tasso d'adrenalina elevatissimo instillato ad ogni istante di gioco. La parte del leone, seppur dietro le quinte, la fa -ovviamente- la curatissima ricerca bellica effettuata dal team svedese, capace ancora una volta di rendere unica ogni bocca da fuoco (per rateo, rinculo, tempi di caricamento, animazioni...) e di contornare la produzione con un senso di partecipazione sensoriale al conflitto davvero sublime.