Halo: Cryptum - La Saga dei Precursori

-.-- Prodotto Scontato
Invece di Risparmi (-%)

Riceverai GRATIS insieme a questo gioco Maggiori informazioni sui Bonus
Spedizione Gratuita
Prodotto senza spese di spedizione

Bundle: Acquistali insieme e Risparmi!


  • Prezzo Bundle:
    Invece di:


Bonus


Puoi Scegliere tra i seguenti BONUS:
    Bonus digitali

      Informazioni sul prodotto


      Inizia una nuova trilogia di Halo, la cosiddetta Saga dei Precursori.

      Cryptum sarà la prima profonda esplorazione diretta del passato dei Precursori, uno degli aspetti più misteriosi e affascinanti della Saga di Halo, fino ad adesso conoscibile solo dai numerosi indizi disseminati nei vari giochi e romanzi.

      Il primo capitolo di questa trilogia  prenderà in esame questo antico popolo divinizzato dal Covenant, le sue reliquie abbandonate per la galassia ed il loro misterioso legame con gli umani.

      Halo Cryptum è scritto da Greg Bear. L’autore americano, sessantenne, ha vinto i premi Hugo e Nebula per la fantascienza, con il racconto “La musica nel sangue” nel 1984, ed è stato apprezzato per i suoi lavori di ampio respiro come Eon, Ultimatum e altro ambientato nell’universo di Star Wars.

       

      # Genere: Fantascienza

      # EAN: 9788863551433

      # Editore: Multiplayer.it Edizioni

      # Autore: Greg Bear

      # Formato: Hard cover

      # Lingua: Italiano

      Leggi maggiori informazioni

      Recensioni


      Recensione 22/04/2011 di giovanni calgaro

      Il libro è nel complesso piacevole e scorrevole. Non è certamente un capolavoro ma, dato che è parte di una trilogia, mi auguro migliori andando avanti. La rilegatura è buona, peccato per errori di stampa (o di battitura) sparsi per le 282 pagine del racconto. Altra nota di demerito (puramente estetica) riguarda la banalità dei nomi dei Precursori, lasciati in ogni caso in inglese (il protagonista si chiama Bornstellar Makes Eternal Lasting). Probabilmente qui lo zampino l'ha messo la scarsa vena artistica dell'autore, o di chi per esso...almeno ci si poteva sforzare di creare un universo un po' più immersivo, con nomi legati ad una ipotetica lingua dei Precursori. In ogni caso, come detto, si lascia leggere e tutto sommato vale i soldi spesi.