Budda Vol.13 (Osamu Tezuka)

-.-- Prodotto Scontato
Invece di Risparmi (-%)

Riceverai GRATIS insieme a questo gioco Maggiori informazioni sui Bonus
Spedizione Gratuita
Prodotto senza spese di spedizione

Bundle: Acquistali insieme e Risparmi!


  • Prezzo Bundle:
    Invece di:


Bonus


Puoi Scegliere tra i seguenti BONUS:
    Bonus digitali

      Informazioni sul prodotto


      Il tempio di Jetavana

      Il principe Luly, che ormai comanda su Kapilavastu in modo tirannico e crudele e che ha reso schiavo tutto il clan degli Shakya, entra profondamente in crisi dopo aver sentito gli insegnamenti di Budda. E, dopo molti incontri con lui, annuncia ufficialmente di riconcedere la liberta' a tutti gli abitanti di Kapilavastu, ritirandosi definitivamente, con tutto il suo esercito, nel Kosala, suo paese d'origine. Nel frattempo, il principe Ajasse', rinchiuso ormai da quattro anni in una torre per ordine di suo padre, il re Bimbissara, viene a sapere da Devadatta del complotto da lui ordito ai danni del re, a cui da tempo viene somministrata una potente droga che, dopo averlo reso completamente assuefatto ed intontito, ora lo tormenta con atroci sofferenze da crisi d'astinenza. E Ajasse', soggiogato da Devadatta, si rende conto che e' giunto il momento della riscossa: con suo padre inerme, decide di destituirlo dal trono, succedendogli e nominando Devadatta, con decreto ufficiale, responsabile del gruppo del boschetto di bambu', il gruppo di asceti fino a quel momento guidati da Budda. Naturalmente molti nel gruppo non sono d'accordo, e solo un quarto di essi accetta di seguire Devadatta sul monte Zozu, nuovo luogo d'insediamento dei religiosi. Ma Magdalyayana e Shariputri, avvertiti dell'episodio, riescono con uno stratagemma a convincere il gruppo dei dissidenti a ritornare all'ovile. Ma alla corte del Kosala l'atmosfera non e' tranquilla: il re Prasenajit non perdona a suo figlio, il principe Luly, di essersi ritirato da Kapilavastu, e per di piu' senza il suo ordine; per cui gli intima di ritornarvi per sterminare tutti gli Shakya, pena il fatto di essere diseredato. E per la seconda volta il principe Luly riparte con il suo esercito alla volta di Kapilavastu, ma per la seconda volta Budda, incontrato non casualmente lungo la strada, gli fa cambiare idea. E cosi' il principe ritorna a corte senza aver obbedito agli ordini del padre, il quale, infuriatosi terribilmente, decide per vendetta di nominare come suo figlio adottivo un povero lottatore mezzo scemo, da tempo suo fedele servitore. A quel punto, il principe ordina di far rinchiudere il padre come pazzo, e si autoproclama re, accreditando inoltre onori e beneficenze a Budda e ai suoi discepoli. Ma il capo dei bramini del luogo, geloso di Budda, decide di tramare alle sue spalle, organizzando un complotto in cui viene uccisa una ragazza. L'accusa per Budda e' pesante: averla adescata e poi assassinata. Tutti ci credono e vogliono mandare via Budda, ma lui e' sereno. Riuscira' a cavarsela anche questa volta?

      Pagine: 224, b/n

      Formato: 13 x 18 cm

      Finitura: brossura con sovracoperta, cucitura a filo refe

      Hazard Edizioni

      Leggi maggiori informazioni
      Informazioni Extra

      Recensioni