Budda Vol.09 (Osamu Tezuka)

-.-- Prodotto Scontato
Invece di Risparmi (-%)

Riceverai GRATIS insieme a questo gioco Maggiori informazioni sui Bonus
Spedizione Gratuita
Prodotto senza spese di spedizione

Bundle: Acquistali insieme e Risparmi!


  • Prezzo Bundle:
    Invece di:


Bonus


Puoi Scegliere tra i seguenti BONUS:
    Bonus digitali

      Informazioni sul prodotto


      IL PARCO DELLE GAZZELLE

      Devadatta, per non far capire al re Bimbissara che è lui il mandante del tentato omicidio di Yatara durante il duello fra quest'ultimo e Tatta, incolpa Miguela, sua moglie. Per impedire che questa parli, però, le propina di nascosto un veleno che la rende muta, prima di arrestarla e farla portare alla corte del re Prasenajit, dove dovrebbe essere processata e giudicata. Ma Tatta, che la rapisce durante il tragitto, decide di portarla da Budda, il quale, di fronte agli occhi increduli di Tatta e Devadatta, nascosto proprio per rendersi conto dei suoi poteri, riesce a farle riacquistare la voce, conquistando anche Devadatta, che diventa un suo discepolo entusiasta. Budda, che nel frattempo si stabilisce nel famoso “parco delle gazzelle”, incontra lì Depa, giuntovi per fare penitenze insieme con i suoi quattro discepoli. Depa è fortemente contrariato dalla presenza di Budda di cui teme il carisma, e fa di tutto per boicottarlo, nonostante il numero dei suoi ascoltatori, tra animali e persone, aumenti sempre di più. Depa, abbandonato dai suoi compagni che decidono di seguire Budda, è sempre più solo, fino a quando, roso dalla rabbia a dall'invidia, non tenta di farlo uccidere, spingendolo in un nido di formiche rosse carnivore. Budda si salva per miracolo, mentre Depa rimane ferito gravemente. Chi lo salverà? Ovviamente Budda, atraverso una rudimentale trasfusione fattagli con il suo sangue. Nel frattempo Ananda cresce. Già, ma chi è Ananda? Fratello di Devadatta, perché figlio della stessa madre, dieci anni prima era dovuto scappare ancora in fasce da Kapilavastu con i suoi genitori, perché il re Prasenajit ne aveva invaso il regno. Rifugiatosi in un'isoletta, aveva perso subito il padre, uomo fragile e vile che, in cambio di aiuto, aveva promesso agli Dei o ai diavoli, di dare tutto, anche moglie o figlio (a parte lui ovviamente), rimangiandosi però subito la promessa, una volta che il diavolo, sotto le sembianze di un enorme cobra, si era preso veramente il bimbo. Ma il destino non risparmia neanche la madre di Ananda, rintracciata dopo alcuni anni dai soldati di Prasenajit, ed uccisa davanti a lui. Choccato dall'evento, il ragazzo cresce indurito con un terribile odio nei confronti della razza umana, diventando ben presto un piccolo delinquente, a capo di una banda di rapinatori senza scrupoli. È ormai il terrore del paese, soprattutto quando alcuni strani episodi (guarisce sempre da ferite pressocché mortali) fanno ipotizzare che sia immortale. Riunitosi il consiglio dei ministri, si fa avanti l'ufficiale Pampass che promette di far fuori Ananda in una settimana con un suo piano tutto particolare. Ce la farà?

      Pagine: 224, b/n

      Formato: 13 x 18 cm

      Finitura: brossura con sovracoperta, cucitura a filo refe

      Hazard Edizioni

      Leggi maggiori informazioni
      Informazioni Extra

      Recensioni