Reds (SE) (2 Dvd)

-.-- Prodotto Scontato
Invece di Risparmi (-%)

Riceverai GRATIS insieme a questo gioco Maggiori informazioni sui Bonus
Spedizione Gratuita
Prodotto senza spese di spedizione

Bundle: Acquistali insieme e Risparmi!


  • Prezzo Bundle:
    Invece di:


Bonus


Puoi Scegliere tra i seguenti BONUS:
    Bonus digitali

      Informazioni sul prodotto


      Reds (Rossi), narra la storia del giornalista americano John Reed che partecipò alla rivoluzione bolscevica del 1917, e la narrò in un famoso libro: "Dieci giorni che sconvolsero il mondo". La vicenda inizia a Portland ove John Reed (Jack per gli amici) arriva come giornalista ormai famoso dopo una serie di articoli sul Messico rivoluzionario di Pancho Villa. A Portland, Jack si innamora di Louise, moglie di un dentista, bella, inquieta, colma di ambizioni giornalistiche, anticonformista. I due innamorati fuggono a New York e vivono a Greenwich Village, un ambiente in armonia con le loro idee rivoluzionarie. Jack è impegnatissimo nella vita sindacale e politica e lotta perché l'America non intervenga nella prima guerra mondiale. Louise rimane spesso sola e ha un'avventura passeggera con il drammaturgo Eugene O'Neil. Pentita, si unisce in matrimonio con Jack. Ma l'unione si rivela burrascosa. L'America è entrata in guerra e Louise parte per la Francia come crocerossina e giornalista. Jack, che nel frattempo è stato operato a un rene, raggiunge Louise in Francia e la convince di seguirlo a Pietroburgo. Siamo nel settembre 1917: stà per nascere dalla rivoluzione un mondo nuovo. E difatti Jack e Louise partecipano ai momenti culminanti della rivoluzione d'ottobre. Ritornati negli Stati Uniti scrivono e tengono conferenze sulla loro eccezionale esperienza. Jack fonda il Partito Comunista Americano e si lancia a corpo perduto nella lotta politica. Louise si sente trascurata e si ribella quando Jack accetta di partire nuovamente per la Russia per avere dai grandi capi bolscevichi l'approvazione del Partito comunista americano. Jack arriva a Leningrado, ma i suoi sforzi si rivelano vani, anzi rimane deluso nel constatare che gli esaltanti amici della Rivoluzione d'ottobre sono divenuti dei freddi burocrati. Zinoviev gli appare un cinico demagogo, che riduce la verità solo all'interesse del partito. Jack, deluso, non può lasciare la Russia. Ha ormai un posto sul treno della rivoluzione e non può abbandonarlo. Non riesce così a mantenere la promessa fatta a Louise di essere a casa per Natale. Allora fugge, ma in Finlandia è catturato e finisce in prigione. Liberato dai Bolscevichi con uno scambio di prigionieri, viene spedito al congresso dei popoli dell'est a Baku, ove il suo entusiasta discorso sulla lotta di classe è completamente cambiato in lotta santa dai burocrati russi. Al ritorno verso Mosca il suo treno è assalito dai controrivoluzionari e solo a stento può raggiungere la capitale, ove, nella stazione ferroviaria, può riabbracciare Louise, che nel frattempo aveva abbandonato clandestinamente gli Stati Uniti alla ricerca di Jack. Il loro incontro è breve, poiché Jack, amareggiato dalle delusioni, provato dagli stenti, è colpito da tifo e muore in ospedale. Avrà lo sterile onore di essere sepolto accanto alle mura del Cremlino.

      Leggi maggiori informazioni
      Informazioni Extra

      Recensioni