F.F.S.S. Cioe' Che Mi Hai Portato A Fare Sopra Posillipo?

-.-- Prodotto Scontato
Invece di Risparmi (-%)

Riceverai GRATIS insieme a questo gioco Maggiori informazioni sui Bonus
Spedizione Gratuita
Prodotto senza spese di spedizione

Bundle: Acquistali insieme e Risparmi!


  • Prezzo Bundle:
    Invece di:


Bonus


Puoi Scegliere tra i seguenti BONUS:
    Bonus digitali

      Informazioni sul prodotto


      Renzo Arbore e Luciano De Crescenzo girovagano senza meta sulle strade di Roma a bordo di un'appariscente cabriolet americana, mentre tentano senza successo di elaborare idee originali per un nuovo film. A causa di un provvidenziale semaforo posto in una strada priva di incroci, i due si ritrovano a sostare sotto la finestra di Federico Fellini intento a scrivere la sceneggiatura di F.F.S.S., ovvero Federico Fellini Sud Story. Una folata di vento fa cadere in strada gran parte del copione, che i due si affannano a raccogliere facendo immediatamente propria l'idea del maestro. Iniziano così le riprese di F.F.S.S., Renzo Arbore interpreta Onliù Caporetto, un impresario irpino che tenta di portare al successo Lucia Canaria, una sorvegliante di gabinetti pubblici dotata, a suo dire, di gran voce («si nun canta, more»), e malata di napoletanite (che Onliù Caporetto cura con una fetta di panettone di Milano e con lo smog di Torino-Mirafiori). Dopo una performance alla scassata televisione locale Tele Ottaviano, dietro consiglio di persone esperte o presunte tali che suggeriscono loro di recarsi nelle città in cui ferve maggiormente la scena musicale, i due intraprendono uno sconclusionato peregrinare per l'Italia. Per tentare la fortuna, si recano dapprima a Milano, dove conoscono due personaggi che hanno il cognome di due località note per una battaglia risorgimentale, Curtatone e Montanara, quindi tornano a Roma in cerca di una raccomandazione per entrare alla RAI, infine a Sanremo in occasione del Festival di Sanremo 1983, nell'edizione in cui Raffaella Carrà canta Soli sulla luna e Ahi. Ogni volta Lucia si ritrova a fare la sorvegliante di gabinetti. Nel loro girovagare, i due incappano immancabilmente nello Sceicco Beige, inventore del cosiddetto "arabian sound" e stella musicale del momento, che tenta di consigliarli nel modo peggiore possibile, e che deve partecipare alla kermesse canora con il brano Il pillolo. Alla fine i tre decidono di allearsi e finiscono per scombussolare la tranquilla manifestazione canora: al termine, Lucia riesce a cantare sul palco di Sanremo la canzone Sud, scritta da Arbore, assieme ad un improvvisato coro.

      Leggi maggiori informazioni
      Informazioni Extra

      Recensioni